Per un ospedale cantonale di riferimento

Un ospedale universitario unico per il master di biomedicina

Opinione Liberale, 18 novembre 2016

Il Ticino deve attivarsi per una politica ospedaliera a favore dei pazienti e della creazione di posti di formazione di medici in Svizzera: lo ha detto chiaramente il presidente Rocco Cattaneo in comitato cantonale, lo chiede la direttiva del PLR che appoggia l’iniziativa parlamentare per un ospedale cantonale universitario di riferimento, di cui Maristella Polli è tra i primi firmatari.

La politica ospedaliera cantonale è ad un bivio: il Ticino deve scegliere se rimanere nel ruolo di semplice gregario oppure se giocare un ruolo da protagonista. Il PLR ha deciso di provarci, sostenendo con convinzione un nuovo progetto di ospedale universitario cantonale, capace di riorientare le strutture esistenti verso i bisogni dettati dall’invecchiamento della popolazione e dall’invariata necessità di garantire cure di prossimità. Giovedì della scorsa settimana, prima del comitato cantonale di Osogna, la direttiva ha preso visione del progetto, presentato da Matteo Quadranti. Lo ha discusso e alla fine ha dato il suo appoggio. 

Il progetto – che nasce da un’iniziativa parlamentare di cui Maristella Polli è tra i primi firmatari, e sottoscritta da 15 deputati liberali radicali (su 38) – si propone di concretizzare in Ticino un concetto di struttura multisito piramidale con al vertice un’ospedale cantonale di riferimento e alla base gli ospedali regionali o di zona, i quali manterranno inalterato il loro ruolo di fornitori di «medicina di prossimità». Questa entità unica – aveva commentato Maristella Polli nell’articolo che Opinione Liberale aveva dedicato al tema nell’edizione del 20 ottobre – dovrà concentrare in una singola struttura tutta la medicina di punta al fine di creare un polo sanitario d’eccellenza nel quale offrire, anche se con massa critica ridotta, interventi di alta qualità. «Non da ultimo – aveva aggiunto Maristella Polli – questo ospedale cantonale universitario dovrà fare da precursore e da traino per la formazione e la ricerca nel nostro Cantone, una necessità per essere maggiormente competitivi in ambito specialistico tenendo ben presente l’acclamato Master di medicina, realtà fortemente voluta da tutti noi».

Diventiamo protagonisti!

A non averne dubbio è il presidente Rocco Cattaneo che in comitato cantonale ha perorato la causa di un ospedale universitario cantonale: «un’idea da valutare seriamente» ha detto. Ed è quanto ha deciso di fare la direttiva del partito appoggiando il progetto. La nuova facoltà di scienze biomediche, ha ricordato Cattaneo, permetterà di intraprendere il master in questo campo. «I primi studenti inizieranno nel 2018. Il progetto di polo sanitario d’eccellenza è alla nostra portata. Come partito dobbiamo giocare un ruolo chiave, dobbiamo provarci e credere in questa opportunità». 

Secondo il PLR, il Ticino deve dunque attivarsi per diventare protagonista, contrastare la scarsità di medici e promuovere la medicina di base valorizzando gli specialisti presenti su territorio cantonale, attirandone di nuovi. I migliori medici specialisti presentano infatti caratteristiche non molto diverse dai migliori sportivi professionisti i quali vanno dove vi sono le premesse migliori per esercitare la propria professione: concentrazione delle casistiche, abbinamento con attività di ricerca applicata e docenza universitaria sono degli ingredienti irrinunciabili e determinanti. La qualità delle cure è data dai bravi medici.

Il nuovo ospedale universitario dovrà forzatamente prevedere una nuova sede. Secondo molti specialisti né il Civico né il San Giovanni potranno rispondere in modo corretto alle moderne necessità ospedaliere così come nessun ampliamento o ristrutturazione potranno risolvere il problema in modo adeguato. Considerando che con la nuova galleria del Ceneri i tre agglomerati di Bellinzona, Lugano e Locarno saranno a una decina di minuti di distanza, il PLR auspica che la questione dell’ubicazione sia valutata in modo trasparente grazie a un concorso di idee che consenta di scegliere il sito migliore.